HomeNews

Editoriale - Esame di abilitazione ASPI

l 17 luglio si terrà a Milano l’Esame di Abilitazione alla professione di Sommelier. 
Una tappa ed un momento importante per chi desidera ricevere l’ambito riconoscimento da parte dell’Associazione che ha fatto della professione e della professionalità l’obiettivo primario. 
Auguriamo a chi vorrà sostenere questa prova di esercitare al massimo la propria conoscenza mnemonica di tutti gli argomenti materia d’esame, cioè studiare. L’esercizio sviluppa l’organo che in questi ultimi anni il computer ha atrofizzato: si può vivere senza sapere a memoria il “Bacco in Toscana” del Redi o non conoscere il “Quevri”, ma non si può esercitare una così nobile professione come lo è quella del Sommelier, senza conoscere approfonditamente i vini, le bevande, la degustazione, il servizio di mescita, l’abbinamento cibo-bevande e la gestione degli stock.
Ricordo la guerra al nozionismo di molti anni fa. Tra i vari meriti del movimento studentesco, il sessantotto ebbe  il demerito di umiliare il talento e lo sforzo di chi studiava in nome di una falsissima idea di uguaglianza. Noi di ASPI, in controtendenza, siamo rimasti conservatori ed alfieri del merito e non dell’”Abilitazione politica”!

Vinexpo 2017

Inizia il conto alla rovescia per la prossima edizione di Vinexpo Bordeaux, in programma dal 18 al 21 giugno. 
Fino al 17 giugno sarà possibile effettuare una preregistrazione sul sito 
http://www.mybadgeonline.com/Vinexpo_PE/Default.aspx?IdLangue=FR
per poter beneficiare di uno sconto di 20€ sull'ingresso e pagare quindi 40€ anziché 60€.
Perché iscriversi ora?
Semplice!
- per entrare nella community Vinexpo
- beneficiare di una tariffa speciale
- stampare il proprio badge ed avere un accesso diretto al salone
- visualizzare l'elenco completo degli espositori
- accedere ad una piattaforma per il contatto con gli espositori
- avere il programma completo dell'evento
- iscriversi a master class e conferenze
- ricevere informazioni sulla manifestazione  e le sue attività nel corso dell'anno

Vinexpo é un salone dedicato esclusivamente ai professionisti del settore del vino e dei distillati. Ogni iscrizione viene sottoposta a controllo e successiva accettazione da parte dell'organizzazione. Al momento dell'iscrizione, verrà chiesto un giustificativo della vostra appartenenza al settore.

Giuseppe Vaccarini presenta il suo Manuale della Birra (Hoepli)

Domenica 23 aprile, alle ore 18.30, in occasione di Tempo di Libri, Giuseppe Vaccarini presenterà il suo Manuale della Birra e, nel corso della presentazione, verranno anche degustate alcune birre perpermettere al pubblico di entrare nel vino della tematica e scoprire subito alcuni segreti della degustazione!

La presentazione si svolgerà presso lo stand Hoepli , Padiglione 4, K12 L11.

Tempo di Libri è una manifestazione organizzata da La Fabbrica del Libro, joint venture costituita da Fiera Milano e da Ediser, società di servizi dell’Associazione Italiana Editori. AIE, con i suoi 148 anni di storia e di esperienza, e Fiera Milano, terzo operatore al mondo nel settore fieristico, hanno messo insieme le loro energie e la loro esperienza per creare e mettere in rete in modo nuovo gli eventi di promozione del libro e della lettura.

È nato l'Istituto del Vermouth di Torino

A conclusione di un lungo iter che ha portato alla definizione legale della denominazione “Vermouth di Torino” attraverso il decreto attuativo, ora inviato a Bruxelles dal Ministero dell’Agricoltura, le aziende che ne hanno condiviso il percorso hanno fondato l’Istituto del Vermouth di Torino.  
L’organismo è stato costituito venerdì 7 aprile 2017 a Torino, davanti al notaio Paolo Bonomo, dalle aziende e dai marchi che rappresentano la stragrande maggioranza della produzione di questa denominazione: Berto, Bordiga, Del Professore, Carlo Alberto, Carpano,  Chazalettes, Cinzano, Giulio Cocchi, Drapò, Gancia, La Canellese, Martini & Rossi, Mulassano, Sperone, Torino Distillati, Tosti.
 
A questi primi soci fondatori, con caratteristiche diverse di storia e dimensione aziendale, potranno unirsi altri che vogliano condividerne gli obiettivi e le attività di promozione.
I fondatori hanno voluto nominare Piero Miravalle, memoria storica del Vermouth, Pierstefano Berta, studioso, e Fulvio Piccinino, barman ed esperto, soci onorari  dell’Istituto per riconoscere il fattivo contributo dato dalle loro esperienze e professionalità in questo campo.
 
L’Istituto del Vermouth di Torino ha sede nel capoluogo piemontese, la struttura operativa e i programmi di attività sono in corso di perfezionamento dovendo operare in diversi mercati e con molti obiettivi da raggiungere.
                
L’Istituto è un’associazione che ha lo scopo valorizzare, promuovere ed elevare la qualità del Vermouth di Torino, la diffusione sui mercati attraverso il lavoro sinergico di tutti i produttori. Fondamentale sarà la collaborazione con Associazioni di categoria, l’assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte, gli enti che sin dall’inizio hanno fortemente sostenuto, con i produttori, questa nuova vita del Vermouth in Piemonte.
 
Il clima positivo e di collaborazione che si è creato durante il lungo iter sui diversi tavoli di lavoro fa ben sperare nella crescita di una denominazione che rappresenta un bene collettivo della Regione Piemonte e dell’Italia. La visibilità su tutti i mercati internazionali avrà certamente riflessi positivi anche sul mondo agricolo da cui provengono i principali ingredienti del vermouth: vino, zucchero, estratti di erbe e spezie. 
È sempre l’ora del Vermouth di Torino!

La presidenza giapponese A.S.I. volge al termine, a Bordeaux le nuove elezioni

Giunge al termine il secondo mandato di Shinya Tasaki alla presidenza dell'Association de la Sommellerie Internationale. Il prossimo 16 giugno, a Bordeaux, l'assemblea eleggerà il nuovo Presidente.
Due i candidati a confronto, il francese Serge Dubs e l'argentino Andres Rosberg. Due personalità molto diverse, due profili che rispecchiano differenti esperienze professionali, due uomini dal differente approccio alla sommellerie ma con l'unico obiettivo di valorizzare la professionalità nel mondo. 

Programma di Serge Dubs: 
- focus sul punto cardine della professione, il servizio
- rafforzare l'immagine di A.S.I.
- riunioni di Bureau e di commissioni più frequenti
- conservare lo spirito di condivisione e semplicità, ma anche entusiasmo e passione, nei rapporti tra membri
- puntare ai sommelier come i soli veri ambasciatori del vino 
- sommelier come portatori di felicità grazie alla loro conoscenza approfondita del mondo del cibo e delle bevande
- unico e ufficiale riferimento é la definizione di sommelier fornita da OIV
- rivedere per migliorare l'Esame Internazionale
- stimolare domanda e offerta di lavoro
- costruire un percorso di formazione per concorsi e diploma A.S.I.
- mantenere la serietà e la professionalità dei nostri concorsi
- coinvolgere i vincitori dei concorsi nella formazione

- potenziare la comunicazione su web, social, youtube etc
- accrescere il ruolo del Club dei Migliori Sommelier del Mondo

- creare un codice etico della sommellerie
- portare avanti i partenariati, andando incontro ai desideri e alle esigenze dei partner


Il Bureau proposto da Serge Dubs:

Presidente Serge Dubs, Francia
Segretario Generale Michèle Aström Chantôme, Marocco
Segretario Generale aggiunto Alberto Merico, Italia
Tesoriere Philippe Faure Brac, Francia
Tesoriere aggiunto Dino Totaro, Lussemburg

Programma di Andres Rosberg:

- mettere l'A.S.I. al servizio delle associazioni nazionali e dei loro membri
- elaborare norme di servizio uniche per tutti i sommelier del mondo

- promuovere l'ingresso di nuovi membri
- prevedere l'ingresso di una delegazione degli Stati Uniti

- fare in modo che tutti si innamorino di A.S.I. Le assemblee generali devono diventare occasioni, per i delegati, di accrescere le loro conoscenze, creare comunicazione e possibilità di scambio e relazioni tra i sommelier locali
- riorganizzare il programma di sponsorizzazione per massimizzare i guadagni e minimizzare i conflitti con le associazioni nazionali che organizzano eventi internazionali

- introdurre l'utilizzo della tecnologia laddove funzioni, come per esempio consentire la visione della finale di un concorso online
- organizzare i festeggiamenti per il 50esimo anniversario dell'associazione, nel 2019 


Il Bureau proposto da Andres Rosberg:

Presidente Andres Rosberg, Argentina
Segretario Generale Michèle Aström Chantôme, Marocco
Segretario Generale aggiunto Michelle McCarthy, Canada
Tesoriere Philippe Faure Brac, Francia
Tesoriere aggiunto Samuil Angelov, Finlandia

Eventi tra sole e luna Tenuta Mara diventa palcoscenico per eventi che celebrano Vino, Musica e Arte…

Venerdì 28 Aprile – ore 21.00
Anteprima MaraMia 2015 e Guiry 2014.

Degustazione ‘poetica’ a cura del sommelier Gennaro Buono, con intermezzi musicali del pianista Marco Vitaliti e la partecipazione del pittore Vincenzo Reda.

Tenuta Mara diventa palcoscenico per una serie di ‘Eventi tra sole e luna’ che incanteranno il pubblico per tutta la bella stagione. Filo conduttore è l’Arte, in tutte le sue sfaccettature, accanto alla quale grande protagonista sarà il Vino.
Il primo appuntamento è per venerdì 28 aprile, alle ore 21, con una degustazione poetica del MaraMia 2015 e del Guiry 2014, reduci dal successo riscosso a Vinitaly, Summa e Vinnatur: tre importanti eventi dedicati al mondo del vino. Il programma, ricco e interessante, vedrà avvicendarsi momenti di approfondimento, pause conviviali, intrattenimento musicale e performance di pittura, grazie alla partecipazione di tre ospiti d’eccezione: iniziamo dal sommelier, Gennaro Buono, che avrà il compito di condurre la degustazione di MaraMia 2015 e Guiry 2014. Una ‘lezione poetica’ adatta anche a chi di vino non se ne intende ma desidera avvicinarsi a questo mondo affascinante. Candidato ASPI al ‘Concorso Miglior Sommelier d’Europa’ a Vienna, Gennaro Buono vanta nel suo curriculum la partecipazione al concorso mondiale che si è svolto nel 2016 a Mendoza, in Argentina.

Tra un vino e l’altro i tasti del pianoforte grancoda Fazioli saranno accarezzati dal pianista Marco Vitaliti, riminese, classe 1991, ha cominciato lo studio di questo strumento sin da piccolo e dall’anno 2003 ha proseguito sotto la guida del M° Giovanni Valentini presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro, dove si è diplomato col massimo dei voti. Ha partecipato a numerosi Concorsi Pianistici Nazionali e Internazionali conseguendo primi premi e primi premi assoluti. Durante la serata a Tenuta Mara proporrà musiche di Brahms, F. Chopin e F. Liszt.

Infine, il pittore Vincenzo Reda, artista di origini calabresi ma residente a Torino, che ha già lasciato il suo segno a Tenuta Mara, dove ha decorato con il vino due botti in cemento posizionate nella bottaia. Oltre ad esporre sette opere di varie dimensioni e genere, nel corso della serata realizzerà dei cartoncini acquarellati al MaraMia come ricordo di questo meraviglioso evento. 

Trattandosi di un dopocena, ad ogni vino sarà abbinato un piccolo e delicato stuzzichino a cura di Summertrade.
Costo a persona euro 30,00

Pagina 7 di 50

Login



EmailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Contatti+39 02 87383831

ASPI

Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua navigazione.

Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookie e delle altre tecnologie descritte nella nostra cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo